PRESTAZIONI DIAGNOSTICHE ESEGUIBILI DIRETTAMENTE NELLO STUDIO
Trattamento della dislessia attraverso app per il tablet
I DSA sono disturbi del neurosviluppo che riguardano la capacità di leggere, scrivere e calcolare in modo corretto e fluente che si manifestano con l’inizio della scolarizzazione. In particolare, la dislessia si caratterizza per la difficoltà ad effettuare una lettura accurata e/o fluente e da scarse abilità nella scrittura e nella decodifica.

Non potendo risalire all’eziologia di queste difficoltà è difficile trovarne una soluzione definitiva, tuttavia è possibile utilizzare dei trattamenti che siano in grado di migliorare le performance dei bambini con DSA, non solo per quanto riguarda la lettura, ma anche rispetto al funzionamentocognitivo in senso più generale con riferimento alla MBT e MLT sia verbale che visuo-spaziale, ai diversi tipi di attenzione e delle funzioni esecutive. Il progetto in questione propone l’utilizzo di videogiochi mirati a migliorare le alterazioni visive riscontrabili, nel caso specifico, nel bambino dislessico.

Il programma prevede un training visivo nei bambini dislessici attraverso l’utilizzo di videogiochi; questo perché i videogames impongono di mantenere l’attenzione su più stimoli contemporaneamente , allenando sia il centro che la periferia del campo visivo e conseguentemente vengono allenate le abilità visuoattentivo-spaziali. I videogiochi da noi proposti hanno lo scopo di riabilitare diversi aspetti visivi che nel bambino dislessico risultano essere alterati, come le saccadi, la coordinazione occhio-mano ed i movimenti d'inseguimento. È previsto un ciclo riabilitativo di 6 ore suddivise in 6 settimane. Prima di iniziare il trattamento e una volta concluso, il bambino sarà sottoposto ad una serie di esami che valutano la binocularità del paziente (esami ortottici), oltre che ad una valutazione oculistica e psicologica, anche'esse pre e post ciclo.
Ecografia oculare
esame per evidenziare il contenuto oculare e lo stato generale della retina , anche quando il fondo oculare non è esplorabile, per opacità dei cosiddetti mezzi diottrici (strutture dell’occhio che normalmente dovrebbero essere trasparenti). Utile nella diagnosi di neoformazioni perioculari, orbitarie o nello studio dei muscoli nei pazienti con morbo di Basedow
Durata esame: 10 min
Dilatazione pupilla: necessaria per studiare la retina, non necessaria per le altre strutture oculari e peri-oculari
Ecobiometria oculare
esame che serve per calcolare il potere del cristallino artificiale che sarà successivamente inserito nell’occhio, al termine di un intervento classico di cataratta.
Durata esame: 10 min
Dilatazione pupilla: non necessaria
Campo visivo
termine dato comunemente alla Perimetria Computerizzata, l’esame è di fondamentale importanza per evidenziare riduzioni della sensibilità retinica periferica, compromesse in malattie neurologiche o nel glaucoma.
Durata esame: 20 min
Dilatazione pupilla: non necessaria
OCT
sottintende il nome esteso di Tomografia Ottica Computerizzata, è definibile come la TAC della retina. Permette di studiare lo spessore della macula (alterato nelle maculopatie da degenerazione senile o nel diabete) o anche la papilla ottica (alterata nel glaucoma)
Durata esame: 15 min
Dilatazione pupilla: necessaria
Topografia corneale
chiamata anche mappa corneale, è un esame che studia la superficie corneale mettendo in evidenza gli astigmatismi irregolari e una malattia chiamata cheratocono. Esame fondamentale per la valutazione dei pazienti operabili con Laser ad eccimeri per la correzione dei vizi refrattivi.
Durata esame: 10 min
Dilatazione pupilla: non necessaria
Pachimetria corneale
esame per la misurazione dello spessore corneale, utile per la valutazione dei pazienti operabili con Laser ad eccimeri per la correzione dei vizi refrattivi, nonché per la diagnosi di cheratocono.
Durata esame: 5 min
Dilatazione pupilla: non necessaria
Fotografia oculare
è presente in studio un sistema computerizzato digitale di acquisizione di immagini dei vari segmenti dell’occhio, con possibilità immediata di stampa laser ed inserimento di foto in cartella.
Durata esame: 5 min
Dilatazione pupilla: variabile
Ultrabiomicroscopia
esame classico con lampada a fessura digitale per l’esplorazione dell’apparato visivo esterno, e, con l’interposizione di lenti specifiche, per lo studio della retina. Definito anche un sistema approfondito di monitor con possibilità di seguire la visita da parte degli accompagnatori, con spiegazioni dei dettagli da parte di un operatore.
Durata esame: variabile
Dilatazione pupilla: variabile
Tonometria e tonografia
esame per la misura della pressione oculare statica, e, se necessario, eseguibili curve tonometriche, cioè misurazioni ripetute nell’arco della giornata, per una valutazione dinamica dell’andamento pressorio.
Durata esame: 5 min (statica) – più misurazioni nella mezza giornata (dinamica)
Dilatazione pupilla: non necessaria
Autorefrattometria ed esame del visus
esame computerizzato per la misurazione dei difetti refrattivi, da integrarsi alla classica misurazione del visus con lenti di prova; entrambe le metodiche sono finalizzate alla realizzazione di occhiali o lenti a contatto più idonei per il paziente
Durata esame: 10 min
Dilatazione pupilla: non necessaria
Visite di oftalmologia pediatrica
valutazione dell’apparato visivo nei bambini a partenza dal primo mese di età, consistenti in valutazione del segmento anteriore, trasparenza dei mezzi diottrici, riflessi fisiologici, schiascopia (misurazione del difetto visivo nei bambini non collaboranti) o autorefrattometria dinamica (valutazione del difetto visivo con auto refrattometri mobili), esame ortottico (ed eventuale riabilitazione ortottica), esame stereoscopico, esame del senso cromatico, esame del fundus oculi e, se necessario, ecografia oculare. Previsti cicli di controllo nei bendaggi oculari nei bambini ambliopi (con occhio pigro).
Esame del film lacrimale
tecniche di valutazione della qualità e della quantita della produzione lacrimale di base, le cui alterazioni stanno alla base di una serie di malattie della superficie oculare. Si eseguono test di Shirmer, test con verde di listamina, test di captazione corneale, BUT test e altri.
Durata esame: 15 min
Dilatazione pupilla: non necessaria
Esame del deflusso lacrimale
semplici test di valutazione del corretto deflusso delle vie lacrimali di drenaggio, per scongiurare ostruzioni, che comporterebbero eventuali interventi chirurgici risolutivi. Eseguibile ecografia delle vie lacrimali.
Durata esame: 10 min
Dilatazione pupilla: non necessaria
Consulenze poli-specialistiche
si programmano consulenze con gli specialisti di altre discipline laddove si richieda un parere integrativo al fine di completare la diagnosi. Tali consulti sono eseguibili presso gli STUDI MEDICI MARABOTTI & CARIELLO.
Retinografia
Esame computerizzato per l'acquisizione di immagini ad elevata risoluzione della retina (fondo dell'occhio), con stampa delle medesime ed inserimento in cartella.
Durata: 5 minuti.
Dilatazione pupillare: non necessaria anche se talvolta utile per ottenere immagini migliori.